APPROVATE LE NUOVE TARIFFE TARI E VARIAZIONE DI BILANCIO

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Indice della pagina

Lunedì 28 giugno in Consiglio Comunale sono state approvate le nuove tariffe TARI e la variazione di bilancio. “Per quanto concerne le nuove tariffe TARI – afferma l’assessore al bilancio Gabriele Scalini – analogamente a tutti i comuni dell’ATO Toscana Centro abbiamo registrato un aumento dei costi da parte di Alia”

La procedura di determinazione della tariffa deriva da un processo tecnico: Alia propone il suo piano economico finanziario che viene verificato da ATO secondo le direttive di Arera (un’autorità nazionale che determina il giusto valore dei servizi). Il Comune tuttavia è riuscito a mettere in campo una serie di azioni capaci di contrastare gli aumenti. “Per quel che riguarda le utenze domestiche siamo riusciti, attraverso la lotta all’evasione, ad aumentare la base contributiva e quindi gli aumenti si limiteranno a pochi euro”, prosegue Scalini, “Per le imprese invece metteremo a disposizione 400 mila euro (composti da fondi nazionali e comunali) che determineranno uno sconto sulla parte variabile della tariffa dal 25% al 75% (per le attività più colpite dalla situazione sanitaria come ristoranti ed alberghi)”

Per quanto concerne la variazione di bilancio sono state individuate delle risorse per servizi ed investimenti: 60mila euro per finanziare i centri estivi cui si aggiungono 30mila euro per la manutenzione degli immobili scolastici. €52.000 vanno ad aggiungersi ai 35mila euro stanziati a maggio per le manutenzioni stradali e che permetteranno di ripristinare, oltre via Roma, il completamento della zona compresa tra villa Castelletti e Lecore, via delle Terrecotte, via Bardazzi, via dei Macelli, via Argine Strada.

Infine verranno stanziati 35mila euro per la realizzazione di un bonus comunale facciate: “Tale fondo – afferma l’assessore Andrea Di Natale – va a integrare il bonus facciate Nazionale che prevede la possibilità di scaricare il 90% delle spese relative al restauro delle facciate; con uno specifico bando comunale che sarà pubblicato nei prossimi mesi, infatti, sarà previsto l’abbattimento del canone di occupazione del suolo pubblico per i ponteggi, la semplificazione delle procedure autorizzative nelle aree con vincolo paesaggistico, un contributo economico nelle aree particolarmente degradate individuate dal bando, ed un’ulteriore premialità qualora si scelgano delle soluzioni ecologiche: ovvero vernici autopulenti o capaci di assorbire lo smog. Un incentivo alla rigenerazione urbana, alla vivibilità e al miglioramento ambientale”

 

Comune di Signa