COVID-19

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Indice della pagina

Toscana in zona gialla dal 10 Gennaio 2022

Il Ministro della Salute  ha firmato una nuova ordinanza che dispone il passaggio della Toscana in zona gialla dal 10 gennaio 2022, per un periodo di quindici giorni, salva  nuova classificazione.

A seguito dell’entrata in vigore del D.L. 221/2021 (cosiddetto “Festività o Natale”) e del DL 229, che hanno  introdotto ulteriori restrizioni valide sia in zona bianca che in zona gialla, le regole per la zona gialla sono praticamente uguali a quelle della zona bianca fino al 31 gennaio.

Ordinanza ministeriale del 7 gennaio 2022

Cosa è il Green Pass

La Certificazione verde COVID-19 – EU digital COVID certificate nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione Europea durante la pandemia di COVID-19

È una certificazione digitale e stampabile (cartacea), che contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato. In Italia, viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale);
  • essere negativi al test antigenico rapido o al test molecolare eseguiti nelle ultime 48 ore;
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

Cosa è il Super Green Pass (Green Pass rafforzato)

Il green pass rafforzato, a differenza del green pass base, si ottiene esclusivamente con la vaccinazione o l’avvenuta guarigione da sars-Cov-2.

Dal 1° febbraio la durata del Green Pass rafforzato passa da 9 a 6 mesi.

Dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 in zona bianca il green pass rafforzato serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla.

Obbligo vaccinale

Dall’8 gennaio 2022 il vaccino è obbligatorio per:

  • tutti coloro che abbiano compiuto 50 anni (o li compiano dal 7 gennaio al 15 giugno), pena la sanzione amministrativa di 100 euro;
  • tutto il personale delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e gli istituti tecnici superiori (equiparati a quelli scolastici)

Attività consentite

  • luoghi di lavoro nel settore pubblico e privato, dal 15 ottobre 2021 e fino al  31 marzo 2022, termine di cessazione dello stato  di  emergenza, chiunque svolge una attività lavorativa nel settore pubblico e privato per accedere ai luoghi di lavoro deve possedere e esibire, su richiesta, il green pass. Ciò vale per i soggetti che svolgono a qualsiasi titolo la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato. Resta fermo quanto previsto in ambito scolastico, educativo, formativo, universitario e l’accesso  nelle strutture della formazione superiore.
    Restano confermate le disposizioni per l’obbligo  vaccinale per gli esercenti le professioni  sanitarie,  gli  operatori  di  interesse sanitario e ai  lavoratori  impiegati  in  strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie. Dal 15 dicembre 2021 si aggiungono alle categorie previste per l’obbligo vaccinale: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico.
    Per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età sarà necessario il Green pass rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro a far data dal 15 febbraio 2022.
    I lavoratori nel caso in cui comunichino di non essere in possesso della certificazione verde Covid-19 o qualora risultino privi della predetta certificazione al momento dell’accesso al luogo di lavoro, al fine di tutelare la salute e la sicurezza  dei lavoratori  nel luogo di lavoro, sono considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della predetta certificazione e, comunque, non oltre il 31 marzo 2022, termine  di  cessazione dello stato  di  emergenza,  senza  conseguenze  disciplinari  e  con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro. Per  i  giorni  di assenza ingiustificata non sono  dovuti  la  retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato.
    Per le imprese con meno di quindici dipendenti, dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata, il datore  di lavoro può sospendere il lavoratore per la durata corrispondente a quella  del contratto di lavoro stipulato per la sostituzione, comunque per un periodo non superiore a dieci giorni, rinnovabili per una sola volta, e non oltre il predetto termine del 31 marzo 2022.
    L’accesso di lavoratori ai luoghi di lavoro in violazione degli obblighi è punito con  la sanzione di  euro da 600 a 1.500 e  restano  ferme   le   conseguenze disciplinari secondo i rispettivi ordinamenti di settore;
    Avviso ai fornitori – Comune di Signa
  • partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose (solo con green pass rafforzato);
  • fare visita a pazienti in residenze sanitarie assistenziali, strutture di ospitalità e di lungodegenza, hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti, e altre strutture residenziali e socioassistenziali (solo con green pass rafforzato – dal 30 dicembre 2021 e fino  alla  cessazione  dello stato  di  emergenza  l’accesso   dei visitatori   alle   strutture   residenziali,    socio-assistenziali, socio-sanitarie  e   hospice,   è  consentito  esclusivamente  ai soggetti muniti di una certificazione verde  COVID-19,  rilasciata  a seguito della somministrazione della dose di richiamo  successivo  al ciclo vaccinale primario (cioè terza dose). Chi ha completato soltanto il ciclo di vaccinazione primario  (due dosi)  oppure è in possesso del green pass per avvenuta guarigione, per accedere alle strutture deve essere in possesso anche di un tampone con esito negativo (vanno bene sia rapido che molecolare) eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso alla struttura);
  • permanere da parte di accompagnatori di pazienti non affetti da Covid-19 nelle sale di aspetto di dipartimenti di emergenza e urgenza, reparti di pronto soccorso, reparti ospedalieri, centri di diagnostica e poliambulatori specialistici (solo con green pass rafforzato);
  • spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”
  • accedere ai servizi di ristorazione anche per il consumo al banco, se al chiuso (solo con green pass rafforzato);
  • partecipare a spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi (solo con green pass rafforzato e mascherine FFP2 – divieto di consumare bevande e alimenti all’interno);
  • accedere a musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre (solo con green pass rafforzato);
  • accedere a teatri, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo (solo con green pass rafforzato e mascherine FFP2 – divieto di consumare bevande e alimenti all’interno);
  • accedere a piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso (solo con green pass rafforzato);
  • partecipare a sagre e fiere, convegni e congressi;
  • accedere a parchi tematici e di divertimento e centri termali, esclusa l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e allo svolgimento di attività riabilitative o terapeutiche (solo con green pass rafforzato);
  • accedere a centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso (solo con green pass rafforzato);
  • accedere a sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò (solo con green pass rafforzato);
  • partecipare a concorsi pubblici (da verificare il requisito di green pass rafforzato per il concorso a cui si partecipa);
  • per tutti i mezzi di trasporto pubblici e a lunga percorrenza (solo con green pass rafforzato e mascherine FFP2);
  • accesso alle scuole materne, primarie e secondarie, esclusi gli studenti (dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 solo con green pass rafforzato);
  • accesso alle università (dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 si consiglia di verificare con la scuola se è necessario essere in possesso del green pass rafforzato per l’accesso).

Dal 15 febbraio 2022 green pass base obbligatorio per accedere a:

  • uffici pubblici
  • servizi postali, bancari e finanziari
  • attività commerciali (fatte salve quelle necessarie alle esigenze primarie e essenziali della persona individuate con successivo Dpcm)

Decreto Legge n. 1 del 7 gennaio 2022

Attività vietate

Fino al 31 gennaio 2022 sono vietati eventi, feste, concerti in piazza che implichino assembramenti in spazi all’aperto e sono chiuse sale da ballo e discoteche.

Chi è esonerato dal possesso del Green Pass

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica alle seguenti categorie di persone:

  • ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica. Fino al 30 novembre 2021 (termine prorogato con Circolare del Ministero della Salute del 25 settembre 2021), possono essere utilizzate le certificazioni di esenzione in formato cartaceo rilasciate, a titolo gratuito, dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità e sulla base di precauzioni e controindicazioni definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021. Sono validi i certificati di esenzione vaccinali già emessi dai Servizi sanitari regionali sempre fino al 30 novembre;
  • ai cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar. La certificazione, con validità fino al 30 novembre 2021, sarà rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata in base alla Circolare del Ministero della Salute 5 agosto 2021;
  • alle persone in possesso di un certificato di vaccinazione anti SARS-Cov-2 rilasciato dalle competenti autorità sanitarie della Repubblica di San Marino, nelle more dell’adozione della circolare del Ministero della salute che definisce modalità di vaccinazione in coerenza con le indicazioni dell’Agenzia europea per i medicinali, e comunque non oltre il 15 ottobre 2021 (Decreto legge 6 agosto 2021 n.111).

Informative Privacy sul Green Pass

Tamponi, quarantene, isolamenti

Il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha emesso nella giornata di ieri – 28 dicembre –  una nuova ordinanza relativa a tamponi, quarantene e isolamenti

CASI POSITIVI e CONTATTI STRETTI

Dal 29/12/2021, il test antigenico rapido positivo sarà sufficiente a definire il caso confermato COVID 19 e a porre il soggetto in isolamento, senza effettuare la conferma con test molecolare.
Il test antigenico rapido dovrà essere effettuato anche ai contatti stretti ad alto rischio che saranno posti immediatamente in quarantena.

TRACCIAMENTO

Le centrali di tracciamento dovranno prioritariamente seguire le seguenti
indicazioni:

  1. Tracciamento casi positivi non vaccinati;
  2. Tracciamento casi positivi vaccinati;
  3. Tracciamento contatti stretti limitatamente ai contatti nelle ultime 48 ore.

La Regione Toscana ha adottato un sistema per velocizzare le attività di tracciamento e rilevazione dei casi positivi che vede i cittadini in un ruolo attivo dal 10 gennaio, i quali dovranno compilare un questionario di autovalutazione che consentirà di gestire il provvedimento di sanità pubblica e di conseguire, al termine della malattia, l’attestazione di fine isolamento sanitario da Covid. Tutte le informazioni sono consultabili al seguente Comunicato Stampa della Regione Toscana.

QUARANTENE

In caso di positività:

  • SE POSITIVO ASINTOMATICO, 10 giorni di isolamento (ridotti a 7 in caso di booster o completamento del ciclo vaccinale da meno di 120 giorni) e tampone finale negativo;
  • SE POSITIVO SINTOMATICO, 10 giorni di isolamento dalla comparsa dei sintomi e tampone finale negativo.

In caso di contatto stretto con un positivo:

  • SE VACCINATO CON DUE DOSI DA PIU’ DI 4 MESI, 5 giorni di isolamento e tampone finale negativo;
  • SE VACCINATO CON TRE DOSI O DOPPIA DOSE DA MENO DI 4 MESI,  in caso di nessun sintomo 5 giorni di auto-sorveglianza e 10 giorni con obbligo di mascherina Ffp2;
  • SE NON VACCINATO, 10 giorni di quarantena e tampone finale negativo.

Informativa Ministero della Salute

FAQ della Regione Toscana

Regole per la gestione dei casi positivi nelle Scuole

Scuola dell’infanzia

Già in presenza di un caso di positività, è prevista la sospensione delle attività per una durata di dieci giorni.

Scuola primaria

Con un caso di positività, si attiva la sorveglianza con testing. L’attività in classe prosegue effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività, test che sarà ripetuto dopo cinque giorni.

In presenza di due o più positivi è prevista, per la classe in cui si verificano i casi di positività, la didattica a distanza (DAD) per la durata di dieci giorni.

Scuola secondaria di primo e secondo grado, sistema di istruzione e formazione professionale

Fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l’auto-sorveglianza e con l’uso, in aula, delle mascherine FFP2.

Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo. Per tutti gli altri, è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’auto-sorveglianza e l’utilizzo di mascherine FFP2 in classe.

Con tre casi nella stessa classe è prevista la DAD per dieci giorni.

Numeri utili

333-6114984: COC – Centro Operativo Comunale attivo da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00

1500: numero di pubblica utilità, attivo h24, istituito dal Ministero della Sanità

800.556060, opz. 1: numero verde, attivo da lun. a ven. (9 – 15), istituito da Regione Toscana, per orientamento, indicazione sui percorsi e le iniziative individuate in tema Coronavirus.

Per soggetti che hanno avuto contatti con casi confermati di Covid-19, si invita a contattare il proprio medico di base (e avvisare l’azienda di lavoro) o chiamare la ASL di riferimento sul proprio territorio:

  • ASL Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 055.5454777
  • ASL Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050.954444
  • ASL Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 800.579579

Collegamenti utili

Governo: https://www.governo.it/

Ministero della Salutehttps://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp

Regione Toscana – Coronavirus: https://www.regione.toscana.it/-/coronavirus

Certificazione Verde Covid-19: https://www.dgc.gov.it/web/

Per accedere al sistema di PRENOTAZIONE ONLINE DEL TAMPONE – REGIONE TOSCANA: prenotatampone.sanita.toscana.it/#/home

FAQ del Governo: https://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638#zone

FAQ del Ministero della Salute: https://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=257

Comune di Signa