Trent’anni dalla strage di via d’amelio

Pubblicato il 19 luglio 2022 • Vivere Signa

Questa mattina in piazza Emanuela Loi a Ponte all’Asse, il sindaco Giampiero Fossi insieme al Vicario del Questore della Provincia di Firenze Giuseppe Solimene hanno ricordato la strage di via D’Amelio in cui, per mano di un attentato mafioso, persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina. Le parole del Sindaco Fossi: “Nella piazza intitolata all’agente Emanuela Loi della Polizia di Stato – medaglia d’oro al valor civile, in occasione del trentesimo anniversario dall’attentato di via D’Amelio, un ricordo doveroso verso coloro che hanno pagato con la vita l’impegno nella lotta alla mafia. Cittadini e istituzioni hanno il dovere di mantenere viva la memoria di chi è caduto per difendere quei valori di legalità, libertà e giustizia che segnano il nostro Paese e sono alla base della nostra Costituzione” Strage di via d'Amelio - 30 anniversario


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot